Accedi con:
  • Ultimo Aggiornamento: 28 Maggio 2017 - 19:00

La Torre, ecco gli interventi

Villa Torlonia nuovo ingresso renderingTolto il velo sulla serie di lavori alla Torre che porteranno alla realizzazione di una “Sala del Teatro” con sedute mobili per 252 posti, una “Sala delle Tabacchine” come sala polifunzionale, e ancora, il recupero dell’attuale sala delle tinaie, con un nuovo ingresso e l’allestimento del museo multimediale dedicato alla poesia pascoliana nelle Cantine. L’avvio dei cantieri nel settembre prossimo, il costo è di 1 milione e mezzo con un contributo di oltre 452mila euro che il Comune di San Mauro Pascoli si è aggiudicato in un bando regionale. Un intervento importante che si concentra sul corpo sud est dell’intero compendio, prosecuzione di una serie di interventi realizzati negli anni da quando la villa è divenuta di proprietà comunale.

Oggi la presentazione del progetto e delle relative tempistiche in una conferenza stampa alla presenza dell'assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, che ha riaffermato la validità e la bontà del progetto, già avvallato dalla Regione con l’assegnazione delle risorse messe a bando.


“Siamo pronti a partire con i lavori già da settembre 2017 – spiega in una nota il sindaco Luciana Garbuglia – e nel giro di un anno potremo inaugurare questi nuovi spazi e consegnare alla collettività la Sala del Teatro che attendiamo da tempo, finalmente situata nella sua location ideale, Villa Torlonia, che ad oggi, a poco più di due anni dalla riapertura totale, e attraverso un percorso partecipato con cittadini e associazioni del  territorio, possiamo definire un importante attrattore culturale in grado di promuoversi e di promuovere grandi eventi, tra concerti, matrimoni, convegni, spettacoli teatrali, mostre, visite guidate, eventi dedicati al food, al benessere, allo sport e al turismo naturalistico. Abbiamo concluso il 2016 con più di una cinquantina di eventi e una presenza di oltre 20mila tra visitatori e pubblico degli eventi e ci apprestiamo ad inaugurare una stagione 2017 altrettanto ricca ed interessante. ”

“Con il bando Por Fesr la Regione cercava progetti di riqualificazione in grado di migliorare l'attrattività e la competitività turistica del nostro territorio – ha commentato l’assessore regionale al turismo Andrea Corsini - e il progetto presentato su Villa Torlonia ha risposto a queste esigenze dimostrando inoltre di possedere le caratteristiche per attivare la fondamentale sinergia tra sistema culturale e tessuto economico e sociale”.

“Per noi si tratta senz'altro di un segnale importante – ha aggiunto il sindaco - a sostegno del percorso che abbiamo intrapreso come Amministrazione attraverso il progetto partecipato del Parco Poesia Pascoli per promuovere Villa Torlonia come catalizzatore di cultura e spettacolo per tutto il territorio e per valorizzare, in sinergia con Casa Pascoli, la poetica e la biografia di Giovanni Pascoli. In quest'ottica lo stanziamento del Por Fesr diventa prezioso e strategico anche alla luce di un ulteriore progetto da 250mila euro che consiste nell'allestimento del museo multimediale pascoliano al Museo Casa Pascoli e a Villa Torlonia attraverso un percorso che, supportato da nuove tecnologie, regalerà un'esperienza interattiva ed emozionale ai turisti e a tutti coloro che desiderano conoscere la poesia pascoliana, San Mauro e la Romagna. Parliamo quindi, tra risorse regionali e risorse comunali, di un investimento di 1milione e mezzo di euro circa per la valorizzazione di Villa Torlonia. Ringrazio dunque la giunta regionale guidata dal presidente Bonaccini, e in particolare gli assessori Corsini e Mezzetti, che hanno saputo scommettere su Villa Torlonia permettendoci di proseguire e concretizzare il nostro ambizioso progetto del Parco Poesia Pascoli”.


Di seguito gli interventi previsti dal progetto in dettaglio.

Al piano interrato, nella zona delle Cantine verrà risanata la sala più a est, in cui verrà realizzato il Museo Pascoliano Multimediale, sarà effettuato l’adeguamento del sistema impiantistico, e verrà realizzata una rampa di collegamento con il piano terra, in modo da realizzare un ampio spazio polifunzionale ed espositivo, accessibile al pubblico, caratterizzato dalle tipiche volte a crociera e destinato a mostre ed eventi.

Al piano terra sull’intero corpo est verranno riqualificati i locali allo scopo di realizzare un ampio ingresso ed una sala accoglienza per offrire uno spazio didattico, di approfondimento e di servizi per turisti e scolaresche, con installazioni multimediali, totem e uno spazio riservato all’introduzione del percorso museale. Verrà inoltre rivitalizzata la Sala delle Tinaie, che sarà destinata a esposizioni e mostre temporanee ed adeguato il sistema impiantistico di tutti i vani.

Al piano primo, l’intervento di maggior rilievo, che consiste nel recupero di due ampie sale attualmente chiuse al pubblico. Si tratta di due spazi ampi, flessibili e adattabili a diverse utilizzazioni, connotati da coperture a capriate in legno e da paramenti murari con mattoni faccia a vista. Questi spazi diventeranno luogo per spettacoli, musica, teatro, convegni e mostre, accogliendo diverse funzioni: dalle esposizioni permanenti, alle esposizioni temporanee, dalla realizzazione di spettacoli con platea fissa a quelli itineranti, dall’organizzazione di corsi e moduli laboratoriali, alla messa in opera di iniziative rappresentative, dalla realizzazione di set fotografici, all’utilizzo per eventi privati e commerciali, dall’organizzazione di conferenze stampa e convegni pubblici, alla rappresentazione teatrale e cinematografica, dall’opera lirica, alla danza.

Aspetto fondamentale del progetto è la realizzazione di un sistema di collegamento verticale composto da vano scala e ascensore che unirà il piano interrato, il piano terra e il piano primo e che renderà completamente accessibile e fruibile tutto il complesso.

L’attenzione sarà rivolta verso la costruzione di un linguaggio che contestualizzi l’elemento architettonico nuovo all’interno dello spazio originale e che si ponga, quindi, in continuità con il processo storico, conservandone l’autenticità; in particolare le pareti saranno lasciate prive d’intonaco allo scopo di mettere in luce le stratificazioni e le sovrapposizioni, al fine di mostrare tutte le tracce storiche dell’edificio. Su tutte le scelte progettuali prevarranno la semplicità, la sottrazione, la priorità della preesistenza sul nuovo.

Il progetto definitivo, che ha già avuto il parere favorevole della Soprintendenza ai beni culturali, dell’intervento di “Recupero dell'ala sud-est del Compendio La Torre. Progetto Villa Torlonia - Parco Poesia Pascoli - 1° stralcio“ (con il quale è stato avanzata la richiesta di finanziamento POR-FESR Emilia Romagna 2014-2020 Asse 5 - Valorizzazione delle risorse artistiche, culturali ed ambientali Azione 6.7.1 ed ottenuto un contributo pari a € 452.295,83) è stato redatto internamente dall’ufficio tecnico comunale. È già stata espletata la gara per l'incarico del progetto esecutivo che verrà affidato a giorni. 

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna

ULTIMI COMMENTI