Accedi con:
  • Ultimo Aggiornamento: 14 Agosto 2017 - 19:13

Un funeraèl tot da roid

At fata zenta 001L’era da un bèl pèz ch’un s’feva un cumpagnamòint acsè,
l’era mort eun ‘d chi cumunesta d’una volta e e’ prit in l’avòiva ciamaè,
senza banda e senza niseun ch’e ges un quèl, a s’aviesmi pr’andaèl a sploi,
tot s’la tèsta ‘d spunteun a guardaès i pì, dri ma la bandira de’ su partoi.
Te’ prinzoipi us steva zet, mo pu quaicadeun e raviet a ciacaraè
e quant ch’a stimi pr’arivé u s’era fat un casòin ch’a parimi te’ marcaè.
Datònda ma la càsa te’ campsaènt, a stimi però tot zet a guardaès tla faza,
par zarcaè ‘d capoi ch’sèl che bsugneva faè senza ès e’ pròim a faè una figuraza.
A tos vi da l’imbaraz par furteuna ch’e vnet fura un taèl
ch’e tachet a faè la storia de’ mort a cminzé da quant ch’l’era burdèl.
E giòiva ch’l’era staè un braèv suldaè e un gran lavuradòur,
e ch’l’era staè sempra unèst e galantòman ènca s’un cardòiva te’ signòur,
e quant che par finoi e get: “Addio compagno Pasquale”, alzend la vòusa,
    “Amen!” E gnurgnet al dòni fasendsi s’una maèna e’ segn dla cròusa.


Un  funerale  tutto  da  ridere
Era da molto che non si faceva un funerale così organizzato, \ era morto uno di quei comunisti di una volta e il prete non l’avevano chiamato, \ senza banda o alcuno che dicesse qualcosa, ci avviammo per il saluto prima che fosse seppellito, \ tutti con la testa china a guardarci i piedi, dietro alla bandiera del suo partito. \ All’inizio si stava zitti, ma poi qualcuno cominciò a chiacchierare \ e quando stavamo per arrivare si era fatta una confusione che sembravamo al mercato generale. \ Attorno alla bara nel cimitero, stavamo però tutti zitti a guardarci in faccia, \ per cercare di capire cosa bisognava fare senza essere il primo a fare una figuraccia. \ A toglierci via dall’imbarazzo per fortuna che venne fuori un omettino \ che cominciò a fare la storia del morto a cominciare da quand’era bambino. \ Diceva che era stato un bravo soldato e un gran lavoratore, \ e che era stato sempre onesto e galantuomo anche se non credeva nel signore, \ e quando per finire disse: “Addio compagno Pasquale” alzando la voce, \“Amen!” Brontolarono le donne facendosi con una mano il segno della croce.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna

VIGNETTA

ULTIMI COMMENTI