Logo new 02

Logo Sanmauropascolinews

scarpa lavorazioneL’export regionale dà timidi segnali di ripresa, il calzaturiero no che prosegue con il segno meno. A dirlo sono i numeri del monitor sui distretti industriali dell’Emilia-Romagna curato dalla direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo, relativi al primo trimestre 2019.

Secondo i dati è in generale il sistema moda regionale che si presenta in flessione. Le calzature nel distretto di San Mauro registrano un -5,2%, l’abbigliamento di Rimini -14,6%, mentre la maglieria-abbigliamento di Carpi ha mostrato un andamento solo leggermente positivo +1%. Molto bene invece l’export del mobile imbottito di Forlì, che mette a segno una crescita del 12,9%.

Allargando lo sguardo in regione, l’Emilia Romagna evidenzia un export del +1%, prosecuzione del trend del 2018 quando chiuse con un +1.3%. Spiccano in particolare i buoni risultati ottenuti dai distretti della meccanica, in progresso del 3,8% nei primi tre mesi dell’anno, ed emerge una buona performance nei mercati maturi (+3,1%), dove tiene banco l’aumento delle vendite negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Giappone. Risultati negativi invece sui nuovi mercati (-3,1%), che incidono per il 32% dell’export distrettuale nel primo trimestre 2019: in questo caso, pesa il calo deciso delle esportazioni in Turchia, Iran, Russia e Sudafrica, non ben compensato dalla crescita in Cina e in Brasile.

Pin It

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna