• Ultimo Aggiornamento: Giovedì 29 Ottobre 2020 - 18:12:26
Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Parzialmente nuvoloso

15.56°C

Parzialmente nuvoloso
Umidità: 85%
Vento: ESE a 3.11 K/H
Sabato
Parzialmente nuvoloso
7.78°C / 16.11°C
Domenica
Parzialmente nuvoloso
8.33°C / 16.11°C
Lunedì
Molto nuvoloso
8.89°C / 17.22°C

Illustrazioni di Filippo Maroni

I CAMPI CICCATI DI GOLAFORTE

I campi ciccati di Golaforte
I campi ciccati di Golaforte

La guerra continuava senza esclusione di colpi, ma senza che uno riuscisse a prevalere sull’altro e fu per questo che PALATOFINE decise di dare una svolta decisiva alla contesa.

Al comando, come sempre, del Gen. LIEVITO BERTOLINI e in grande silenzio che la notizia non doveva assolutamente trapelare in quanto si trattava di un'azione che mai si sarebbero atteso gli odiati nemici.

E così nel massimo segreto si ordì di attaccare direttamente GOLAFORTE di notte, quando cioè meno se lo aspettavano e sicuramente li avrebbero costretti alla resa.

Col favore delle tenebre la spedizione partì, in vista della città il Generale ordinò di procedere a carponi strisciando sul terreno, non fecero molta strada che si trovarono invischiati fino al collo in gomme da masticare: i golafortesi avevano ciccato i campi!

Non c’era verso di procedere se non si disattivavano le cicche e l’unico modo conosciuto era di masticarle.

Così per tutta la notte i malcapitati masticarono cicche e cicche e, quando l’alba rischiarò i campi, loro erano ancora lì, in quella spianata di terra ed erba, con le mascelle oramai insensibili, le gengive sanguinanti e gli stomaci pesantissimi per tutta l’aria inghiottita.

A quel punto la sorpresa era fallita, i campi ciccati di GOLAFORTE avevano sventato la minaccia e, sfiniti e depressi, i soldati di PALATOFINE si ritirarono anche un po’ disordinatamente.

I CAMPI FILATI DI PALATOFINE

I campi filati di Palatofine
I campi filati di Palatofine

Quando a GOLAFORTE si resero conto di cosa era successo nei campi ciccati, si diffuse una grande soddisfazione e la convinzione di essere i più forti, pertanto si volle restituire con gli interessi l’assalto notturno di PALATOFINE, ma loro non erano degli sciocchi come i nemici e nella trappola non ci sarebbero caduti.

La spedizione punitiva fu preparata in tutti i dettagli, speciali scarponi anticicca furono calzati da soldati e, nell’eventualità che non fossero sufficienti, furono allenate le mandibole a masticare in fretta e a lungo.

Nuove armi furono approntate, le chiamarono LANCIACREMA, premendo un pulsante da un lungo e pesante tubo collegato ad un contenitore collocato sulla schiena, partiva un poderoso getto di crema alla vaniglia, capace di seppellire un avversario; l’idea, come al solito, era del Gen. PANE DEGLI ANGELI, l'aveva maturata dopo aver visto in tivù un film sulla seconda guerra mondiale, aveva sostituito le fiamme, troppo complicate da gestire, con la crema, assai più facile da reperire.

Quando tutto fu a puntino, col favore delle tenebre la truppa partì.

Procedevano sicuri e spediti, quando a pochi chilometri da PALATOFINE trovarono la strada impedita da imponenti sbarramenti di zucchero filato che si stendevano tutto intorno alla città.

Il comandante diede un ordine secco:

- Divoratelo!

La cosa però si presentò subito piuttosto complicata, lo zucchero in bocca si appallottolava, si appiccicava al palato, fino a portare i soldati sull’orlo del soffocamento.

I denti ben allenati masticavano veloci, ma la bocca non era in grado di smaltire il prodotto, così furono costretti a masticarne poche quantità per volta, tanto che all’alba c’erano ancora parecchi chilometri di zucchero filato da inghiottire, ma non ce la facevano più: le spalle rotte dal peso dei LANCIACREMA, le mandibole che sembravano incollate e con lo stomaco al limite della nausea, se ne tornarono a GOLAFORTE con le pive nel sacco incominciando a pensar male di questa guerra che non finiva mai.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);