Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Mailing List

At Fat Mond min“A dmenga”, um doi un amoigh, “a sò andaè me' pòunt dl'Eus, 
  drì una squaèdra ad burdlaz che de' freno i n'un feva mai eus,
  avem vulaè, avrem fat, a dì poch, piò di quaraènta a l'òura!”.
“Mo la sarà vèra ènca quèsta! A m'incaz se t'insest ancòura,
  l'eutma volta cha sem andé insen sò ma che stradòun,
  a sem andé ai vintquatar e de' temp ai n'avem mes un vagòun!”.
  Boh, an capes, quant che mè a ni sò, tot i fa i mirequal,
  quèsta la j è cmè la fola 'd che taèl ch'ui pis a daè spetaqual.
  Un dè l'ervat 't e' bar a racuntaè ch'l'era andaè sò ma la Buvaza
  e quant ch'l'era 't i paraz l'à vest eun ch'era bèla a mità 'd cla salidaza,
  alòura u s'è alzaè si pedel e quant ch'u j è pas avaènti u s'è daè de' braèv,
  parchè l'à fat òtzent metar in zòinqu mineud e u la ciap pròima ch'l'arives in caèv.
  Intaènt ch'e zcuròiva, u j era eun ch'e mitòiva i nomar 't e' calculadòur
  e pu l'à s-ciazaè un butòun e, ci-ciak e ci-cik, l'è vnu fura la velocità de' curidòur.
  “T'al see?”, u j à det, “Al degh fort e n'u t'incaza,
    t'andivi ai staèntazòinqu a l'òura sò ma la buvaza!”.
  “Ah... e pò ès!”.
  U j à arspost seri tirendsi  sò int e' naès!

 

 

Le balle dei corridori
Domenica”, mi dice un amico, “sono andato a Ponteuso,\ al traino di una squadra di giovanotti che del freno non ne facevano mai uso, \ abbiamo volato, avremo fatto, a dir poco, più dei quaranta all'ora!”. \ “Ma sarà vera anche questa! Mi arrabbio se insisti ancora, \ l'ultima volta che siamo andati insieme su per quello stradone, \ siamo andati ai ventiquattro e del tempo ne abbiamo impiegato un vagone!”. \ Boh, non capisco, quando io non ci sono, tutti fanno un miracolo, \ questa è come la favola di quel tale a cui piace dare spettacolo. \ Un giorno è arrivato al bar a raccontare che era andato su alla Bovaccia \ e quando era nei paraggi ha visto uno che era oramai a metà di quella salitaccia, \ allora si è alzato sui pedali e quando l'ha sorpassato si è dato del bravo in bicicletta, \ perché ha fatto ottocento metri in cinque minuti e lo ha raggiunto prima che arrivasse in vetta. \ Intanto che parlava, c'era uno che metteva i dati nel calcolatore \ poi ha schiacciato il tasto e, ci-ciak e ci-cik, è spuntata la velocità del corridore. \ “Lo sai?”, gli ha detto, “Lo dico forte e non ti arrabbiare, \ andavi ai settantacinque all'ora su per la Bovaccia a pedalare! \ “Ah... può essere, non è un caso!”. \ Gli ha risposto serio  respirando forte col naso!

Pin It

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna