Sanmauropascolinews.it

San Mauro 2022 2023

Sanmauropascolinews.it

Maroni-Trasparente-02-tiny.pngUn “Club” par oman snò

Quèsta mo l’è un’asuciaziòun che bsògna ch’a la fema,  

parché in qualch modi bsògna cha dal dòni as difandema.

L’è staè de’ '68 ch’as sem arviné,

cvant che sa tot ch’al brèti dla rivoluziòun un pèz a la volta, un braz a s’l’à tajé.

Al feva un casòin cvèli d’alòura ch’al vlòiva la parità,

che nòun, pataca, avem bicaè in pin e adès al cmanda lòu, cvèsta la verità.

Us vòid dal ròbi antraè 't al caèsi e faè dagl’j impruvisaèdi

che eun, mai e pu mai, u s’li saria imazinaèdi.

U j è d’j oman chi laèva, i stoira, i smerda i burdel e i fa prinfena la bugheda,

mo e' pez de' pez, l’è ‘vdòi un umaz d’un cvintaèl pienz sòura una zvòla sbuzeda.

E alòura nòun a fem e’ “CLUB”, sè l’ardota di maroid ch’in cmanda gnent ma caèsa,

ad cvei ch’i chin staè bun, zet a lè e daè sempra rèta, in cambi d’un po’ ‘d paèsa.

E pòst giost pr’andaè a faè al tèseri ma sti cumpagn,

l’è int chi butigheun duò ch’ai lasem i nost guadagn.

Us capes però ch’u n’è chi sipa tot bun parché i fa cvalch lamòint,

pr’antraè 't e’ club bsògna staè in roiga se’ regulamòint.

I n’è bun, par doi, ch’j umarein che intaènt che la mòi la s’dà da faè

lòu is ferma in zoir e se’ pròim ch’i trova is met a ciacaraè.

E gnenca cvei ch’e paèr ch’i faza un gran sforz a spatasaè e’ carèl

e i doi, i doi, ma in slonga mai un braz par to un cvalch cvèl.

Figuresmi pu cvei ch’i fa la faza incarugnoida e i smòcla e i sbofa

che lòu int che casòin in s’trova e ui ciapa sobit la stofa.

U j è ènca cvei ch’i s’lamòinta che ma caèsa i chin faè incvèl

e t ai void che tot la su spòisa l’è un filòun ‘d paèn o un scartòz ‘d saèl.

Ui n’è una raza ch’i paèr gioival e in va a truvaè taènt scheusi,

mo cvant ch’j è là in fa che ducé al tèti e i cheul dal bèli spòusi.

Cvei ch’i va se’ biglitin parché s’is sbaia ma caèsa i chin faè i cheunt,

i girà ‘d slunghela un po', mo j è bèla preunt.

Cvei che invici i va da par lòu e i sa sèl ch’to senza dobi o indecisiòun,

l’è propi chi bun, o mèi: i piò pataca, zenta da faèi sobit l’iscriziòun.

An sem ancòura i piò, mo al dvantarem s’un cambia e’ vent,

intaènt a sem drì a capaè e’ pez di tot, pòsta che dventa e’ nòst president.

Un “Club” solo per uomini

Questa è una associazione che bisogna che la facciamo, 

perché in qualche modo bisogna che dalle donne ci difendiamo. 

È  stato nel 68 che ci hanno rovinato,

quando con le storie di rivoluzione,un po' alla volta, un braccio ce l’hanno tagliato.

Facevano un casino quelle di allora che volevano la parità, 

che noi: scemi, abbiamo abboccato in pieno e ora comandano loro, è la verità. 

Si vedono delle cose entrando nelle case a fare delle improvvisate 

che uno, mai e poi mai, se le sarebbe immaginate. 

Ci sono uomini che lavano, stirano, smerdano i bambini e fanno perfino il bucato,

ma il peggio è vedere un uomo di un quintale piangere su un cipollotto sbucciato. 

Allora noi facciamo il “CLUB” dei mariti che in casa non comandano niente,

di quelli che devono stare buoni, zitti e obbedire per un po’ di pace decente. 

Il posto giusto per andare a fare le tessere a questi compagni 

è in quei supermercati dove andiamo a depositare i nostri guadagni.

Non è però che tutti siano idonei perché fanno qualche lamento, 

per entrare nel club bisogna stare in riga col regolamento. 

Non sono adatti quegli ometti che intanto che la moglie si dà da fare 

loro si fermano in giro e col primo che trovano si mettono a chiacchierare. 

E neanche quelli che sembra facciano una grande sforzo a spingere il carrello 

dicono e mai allungano un braccio per prendere qualcosa da mettere nel cestello. 

Figuriamoci poi quelli che fanno la faccia scura e bestemmiano e sbuffano 

che loro in quel casino non si trovano e subito si stufano. 

Ci sono poi quelli che si lamentano che a casa devono fare tutto il fondamentale 

e li vedi che tutta la loro spesa è un filone di pane o un sacchetto di sale. 

Ce n’è un tipo che sembrano disponibili e non vanno a trovare tante scuse, 

ma quando sono là non fanno che adocchiare le tette e i sederi delle belle spose. 

Quelli che vanno col bigliettino perché se si sbagliano a casa devono tare i conti, 

diranno di allungarla, ma sono oramai pronti. 

Quelli che invece vanno da soli e sanno cosa prendere senza dubbi o indecisione, 

sono proprio quelli buoni, o meglio, i più scemi, gente da farci subito l’iscrizione. 

Non siamo ancora i più, ma lo diventeremo se non cambia il vento presente, 

intanto siamo intenti a scegliere il peggiore di tutti, che diventi il nostro presidente.

 

Ultimi Commenti

Sergio Scarpellini ha inserito un commento in San Mauro saluta Sisto Rocchi
Riposa in pace caro amico Rocky, sarai sempre nei miei ricordi più belli. Ciao Sisto, Filippo.
Non so se e' meglio di Miro e Maroni ma sicuramente e' il sammaurese più innamorato del proprio paes...
Premetto che per precedenti impegni sono stato impossibilitato alla partecipazione della presentazio...
Canzio Pollarini ha inserito un commento in Morandi, dall'Arlecchino al market
Che bello l'arlecchino ci andavo da bambino, ancora adesso provo una sensazione che non so descriver...
Guest ha inserito un commento in LA LIBERAZIONE DI SAN MAURO PASCOLI - Parte prima
Altro elemento importante, che creerà di fatto una modifica futura degli avvenimenti era il fatto ch...

 

Ultimi Commenti

Sergio Scarpellini ha inserito un commento in San Mauro saluta Sisto Rocchi
Riposa in pace caro amico Rocky, sarai sempre nei miei ricordi più belli. Ciao Sisto, Filippo.
Non so se e' meglio di Miro e Maroni ma sicuramente e' il sammaurese più innamorato del proprio paes...
Premetto che per precedenti impegni sono stato impossibilitato alla partecipazione della presentazio...
Canzio Pollarini ha inserito un commento in Morandi, dall'Arlecchino al market
Che bello l'arlecchino ci andavo da bambino, ancora adesso provo una sensazione che non so descriver...
Guest ha inserito un commento in LA LIBERAZIONE DI SAN MAURO PASCOLI - Parte prima
Altro elemento importante, che creerà di fatto una modifica futura degli avvenimenti era il fatto ch...