Sanmauropascolinews.it
Sanmauropascolinews.it

Maroni-Trasparente-02-tiny.pngUn pòst sicheur in paradois

L’è una ‘d cal ròbi quèsti che mè an gn’ò mai cardeu, gemal: a sò un po’ deur,

mo se par caès u j aves da ès e' paradois, par mè e’ pòst l’è guasi sicheur.

A j ò una sora ‘d guasi nuvant’an, mo acsè bona che par tot l’è ‘na saèntadòna,

e l’am vo un gran ben ch’la pròiga, par la mi cunvarsiòun, e’ signòur e la madòna.

Una volta, intaènt ch’a la cumpagneva a Cesòina ma la staziòun,

l’am mitet una maèna s’un braz e l’am get seria e pina ‘d cunvinziòun:

     “Piero stai tranquillo, ho parlato con nostro signore di te

      e mi ha detto che, malgrado tutto, in paradiso avrai un posto accanto a me!”.

Da alòura l’è pas un po’ d’an e l’eutma volta ch’a sem arvest

a j ò vleu arcurdaèi la prumèsa, cio, un sa mai e su j è? Mèi insest!

     “Allora sorella, quel posto in paradiso come avevamo stabilito,

      è per me ancora disponibile e garantito?”.

    “Eh no”, la m’à det stavolta vultend j occ d’in sò,

    “umanamente lo posso sperare, ma garantirlo non si può!”.

Ah, bèl lavòur, la me putòiva doi sobit ch’u j era dal cumplicaziòun,

snò che ormai am s’era abituaè ma l’ideia de’ paradois e an putòiva perd l’ucasiòun.

    “Senta sorella, facciamo così, se la natura segue il suo corso regolare,

     lei dovrebbe raggiungere il regno dei cieli prima di me, mi sembra normale,

     appena varcata la soglia del paradiso, sulla prima sedia che trova abbandonata,

     le stende sopra la sua maglia di lana e dice forte che sentano tutti: occupata!”.

Ou, la m'à det che stal ròbi in paradois an s’pò faè e acsè am sò cnu rasigné,

che pu ò pansaè che su s'j è da staèi par l’eternità, l’è una ròba ben da studié:

l’è mèi e’ paradois a santoi  par tot e' dè “Radio Maria” drì m’una sora ‘d nuvantan,

o l’inferan ‘d scaènt m’una gran bèla burdlaza 't i piò bel di su an?

Un posto sicuro in paradiso

È questa una di quelle cose a cui mai io ho pensato, diciamolo: sono un po’  duro, 

ma se per caso ci dovesse essere il paradiso, per me il posto è quasi sicuro.

Ho una suora di quasi novant’anni, ma così buona che per tutti è una santa donna, 

mi vuole un gran bene e prega per la mia conversione il signore e la madonna. 

Una volta intanto che la accompagnavo a Cesena alla stazione, 

mi mise una mano su un braccio e mi disse seria e piena di convinzione: 

“Piero stai tranquillo, ho parlato con nostro signore di te 

  e mi ha detto che, malgrado tutto, in paradiso avrai un posto accanto a me!”. 

Da allora sono trascorsi un po’ di anni e l’ultima volta che ci siamo rivisti 

le ho voluto ricordare la promessa, non si sa mai e se c’è? Piero, meglio se insisti! 

“Allora sorella, quel posto in paradiso come avevamo stabilito, 

  è per me ancora disponibile e garantito?”. 

 Mi ha risposto stavolta alzando gli occhi all’insù: “Eh no!

“umanamente lo posso sperare, ma garantirlo non si può!” 

Ah, bel lavoro, me lo poteva dire subito che c’era qualche complicazione, 

solo che oramai mi ero abituato all’idea e non potevo lasciar perdere l’occasione.

“Senta sorella, facciamo così, se la natura segue il suo corso regolare, 

  lei dovrebbe raggiungere il regno dei cieli prima di me, mi sembra normale

  appena varcata la soglia del paradiso, sulla prima sedia che trova abbandonata 

  stende la sua maglia di lana e dice forte che sentano tutti: occupata!”. 

Ohi, mi ha detto che ciò in paradiso non si può fare, così mi son dovuto rassegnare,

che poi ho pensato che se ci si deve stare per l’eternità, è una cosa da ben studiare: 

è meglio il paradiso e udire per tutto il dì Radio Maria vicino a una suora di novantanni, 

o l’inferno accanto ad una gran bella ragazza nel più bello dei suoi anni?

Ultimi Commenti

Fabiola Urbinati ha inserito un commento in Un’ombra sulla nostra piazza
Fatto ovvio che, chi ha bisogno di un'urgenza, vada aiutato sempre, io penso che le risorse vadano d...
Luigina Bruschi ha inserito un commento in Un’ombra sulla nostra piazza
È un pensiero pienamente condivisibile Don Paolo. Viviamo in un periodo storico drammatico dove l'eg...
Luca Ceccaroni ha inserito un commento in Un’ombra sulla nostra piazza
Grazie don Paolo per questa bella riflessione. Al di là delle logiche di parte e della ricerca osses...
Sergio Scarpellini ha inserito un commento in San Mauro saluta Sisto Rocchi
Riposa in pace caro amico Rocky, sarai sempre nei miei ricordi più belli. Ciao Sisto, Filippo.
Non so se e' meglio di Miro e Maroni ma sicuramente e' il sammaurese più innamorato del proprio paes...

Ultimi Commenti

Fabiola Urbinati ha inserito un commento in Un’ombra sulla nostra piazza
Fatto ovvio che, chi ha bisogno di un'urgenza, vada aiutato sempre, io penso che le risorse vadano d...
Luigina Bruschi ha inserito un commento in Un’ombra sulla nostra piazza
È un pensiero pienamente condivisibile Don Paolo. Viviamo in un periodo storico drammatico dove l'eg...
Luca Ceccaroni ha inserito un commento in Un’ombra sulla nostra piazza
Grazie don Paolo per questa bella riflessione. Al di là delle logiche di parte e della ricerca osses...
Sergio Scarpellini ha inserito un commento in San Mauro saluta Sisto Rocchi
Riposa in pace caro amico Rocky, sarai sempre nei miei ricordi più belli. Ciao Sisto, Filippo.
Non so se e' meglio di Miro e Maroni ma sicuramente e' il sammaurese più innamorato del proprio paes...