• Ultimo Aggiornamento: Martedì 01 Dicembre 2020 - 15:23:03
Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Nuvoloso

5°C

Nuvoloso
Umidità: 89%
Vento: WNW a 2.49 K/H
Mercoledì
Pioggia
3.89°C / 7.78°C
Giovedì
Pioggia
2.22°C / 6.67°C
Venerdì
Acquazzoni
0.56°C / 11.67°C
  • Dialetto
  • La maèrca dal zigarèti

    Una matòina la mi ma 'd là di nuvaènt' an,

    mo ancòura svegia e frèsca,

    la s'aèlza s'una maèna gòunfia

    ch'la scutaèva e la i feva ènca maèl.

    “Ma, adès a t mitem una vestaglia

     e andem t'ospedaèl a Cesòina,

     a là i t girà sèl che t'é

     e sèl ch'u j è da faè

     par sgunfiela e staè mèi!”.

    Arivem a là, aspitem un bèl po',

    is ciema, un'uceda e via a faè i ragi.

    Si risulté andem darnov a faè la foila

    e finalmòint is cema par zcòr se' dutòur.

    E sobit quèst: “Nonna, siete caduta?

    Si è rotto un ossicino nella mano!”.

    E lì: “Naaaa...!”.

    “Avete sbattuto da qualche parte?”.

    “Naaa...!”.

    “Nonna, voi dite le bugie?”.

    “Mo naaa...!”.

    Alòura am faz avaènti mè:

    “Dottore, probabilmente l'osso si è rotto

      per tenere sollevata la sigaretta!”.

    “Perchè nonna, voi fumate?”.

    “Un po'...!”.

    “Quante sono “un po'” per voi?”.

    “Mo, al sarà queng o vòint!”

    “Ogni quanto?”.

    “Oh bèla, int un dè!”.

    U la guaèrda fesa e pu:

    “Nonna, ditemi la marca,

      ste sigarette le voglio fumare anch'io!”.

  • Italiano
  • La marca delle sigarette

    Una mattina mia mamma ultranovantenne, ma ancora lucida e fresca,

    si alza con una mano gonfia

    che scottava e le faceva anche male.

    “Ma', adesso ti mettiamo una vestaglia

      e andiamo all' ospedale a Cesena, 

      là ti diranno cos'hai

      e cosa occorre fare 

      per sgonfiarla e stare meglio!”. 

    Arriviamo là, aspettiamo un bel po',

    ci chiamano, un'occhiata e via a fare i raggi.

    Coi risultati andiamo di nuovo a fare la fila 

    e  finalmente ci chiamano dall'ortopedico.

    E subito questi: “Nonna siete caduta?

     Si è rotto un ossicino nella mano!”.

    E lei: “Nooo...!”.

    “Avete sbattuto da qualche parte?”.  “Nooo...!”. 

    “Nonna, voi dite le bugie?”: 

    “Ma nooo...!”. 

    Allora mi faccio avanti io:

    “Dottore, probabilmente l'osso si è rotto

      per tenere sollevata la sigaretta!”.

    “Perché nonna, voi fumate?”.

    “Un po'...!”.

    “Quante sono un po' per voi?”.

    “Mah, saranno quindici o venti!”.

    “Ogni quanto?”.

    “Oh bella, in un giorno!”.

    La guarda intensamente e poi:

    “Nonna. ditemi la marca,

     queste sigarette le voglio fumare anch'io!”.

Piero Maroni
  • "At fat Mònd"

    Ciacri in fameja

    di Piero Maroni

 

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);