Logo new 02

Zavalloni scuolaBanchi a forma di nuvola che si incastrano come un puzzle, tele di Pascucci che riproducono immagini e frasi del pedagogo cesenate Gianfranco Zavalloni, parquet nel camminamento e in aula. E ancora assenza del gas perché tutto è elettrico, bagni in aula, poi colore, tanto colore ad animare la vivacità del luogo. “Un gioiellino”, l’ha definita il Presidente della Regione Stefano Bonaccini, a scomodarsi per vederla anche il sindaco di Spilamberto venuto appositamente dal modenese. Insieme a lui all’inaugurazione di sabato tanti sammauresi che in centinaia hanno preso parte all’inaugurazione della nuova elementare dedicata a Zavalloni. “Erano più di quarant’anni che non inauguravamo una nuova scuola”, ha affermato il sindaco Luciana Garbuglia.

I motivi di soddisfazione sono tanti. Prima di tutto per la tempistica. Posata la prima pietra il 12 luglio del 2016 sempre da Bonaccini, diciotto mesi dopo 125 bambini di sei classi sono entrati in aula. Quasi un’anomalia per i tempi biblici della burocrazia italica. La progettazione era iniziata nel 2011 dall’allora amministrazione Gori che aveva lanciato un concorso di idee, vinto dallo studio Zini di Modena, e trovato i soldi per finanziare il primo stralcio per un importo di poco superiore i 2 milioni di euro. Il sindaco Garbuglia l’ha ricordato, “ringraziando l’amministrazione precedente che l’ha pensata”. Parole che avranno fatto piacere all’ex sindaco Miro Gori e all’ex assessore ai lavori pubblici Fausto Merciari, presenti all’evento tra il pubblico.

Sul palco anche Stefania Ferlizi, moglie di Zavalloni: “Gianfranco diceva che dobbiamo impegnarci a promuovere la bellezza. Una scuola bella non solo dà gioia ma aiuta anche la didattica. A San Mauro sarà così”.

E questo grazie anche al sostegno della Regione Emilia Romagna che ha contribuito con 1 milione di euro alla realizzazione. “Quella che inauguriamo oggi è una delle 350 scuole che in tre anni ha visto il nostro intervento, in alcuni casi con la messa in sicurezza in altri ex novo come a San Mauro –ha detto Bonaccini dal palco – Abbiamo deciso di investire nella scuola perché rappresenta il futuro dei nostri ragazzi e quindi della nostra società. Così come importante è la qualità dei servizi. Nel 2020 saremo la prima regione in Italia ad avere la copertura totale della banda ultraveloce, le scuole oggi lo sono al 40%”. Il Presidente infine ha parlato di economia: “Per il quarto anno l’Emilia Romagna sarà la regione col maggior tasso di crescita. Crescita significa più lavoro e dignità della persona, tant’è che la disoccupazione dal 9% è scesa al 6%. Siamo sulla strada giusta, qui a San Mauro ne ho avuto la conferma”.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna