Logo new 02

Soumahin Errico foto PenzoPrende forma la Sammaurese stagione 2018-19 che piazza i primi due colpi di mercato in entrata. In entrambi i casi si tratta di un ritorno alle origini, anche se con storie decisamente diverse. A rinforzare il reparto di centrocampo sono Simone Errico (classe 1992) e Joaquim Soumahin (classe 1998). Due nomi pesanti, quanto meno per storia calcistica alle spalle.

Errico non è un giocatore qualunque da queste parti. Due anni addietro è stato una delle pedine della strabiliante stagione della Sammaurese che l'ha vista sfiorare i playoff in D, sfumati all’ultima giornata. Con i suoi 5 sigilli, uniti a svariati assist, era stato il secondo marcatore della compagine, numero decisamente cospicuo per un centrocampista. “Dopo un’annata a metà tra San Marino e Trestina, ha voluto riavvicinarmi a casa – ha detto il giocatore al Corriere Romagna – Due anni fa ho giocato una delle stagioni migliori della mia carriera, e visto che c’era la possibilità di un ritorno l’ho colta al volo. Vengo a San Mauro con un grande entusiasmo e con la voglia di riprendere il percorso che in un certo senso non ho mai interrotto, visto che spesso mi sentivo con il presidente Protti e alcuni giocatori. Diciamo che ci siamo cercati entrambi, trovare l’accordo è stato un gioco da ragazzi”. La molla che l’ha spinto di nuovo è l’ambiente: “La Sammaurese è come una famiglia, mi è rimasta nel cuore. I risultati sono venuti di conseguenza. L’obiettivo? Prima di tutto la salvezza, poi se arriva qualcosa di meglio è tutto di guadagnato”.

Anche nel caso di Joaquim Soumahin si tratta di un ritorno. Cresciuto nelle giovanili della Sammaurese, all’età di 12 anni è andato al Cesena, dove ha fatto tutta la trafila nelle giovanili sino alla Primavera. Lo scorso anno alla Santarcangiolese in serie C, voluto da mister Angelini. L’esonero del tecnico ha poi limitato il suo minutaggio in campo. “Sono alla ricerca di riscatto, lo scorso anno purtroppo il mio impego è stato limitato. Qui sono cresciuto, conosco l’ambiente, decisamente aperto all’impiego dei giovani. So che bisogna soffrire per raggiungere la salvezza. Non vedo l’ora di tornare in campo e dimostrare tutto il mio valore”.

Soddisfatto il Presidente Cristiano Protti. “Si tratta di due ragazzi di valore, che conoscono l’ambiente e sanno come si sta a San Mauro. Non sarà semplice raggiungere la salvezza, sono certo che con il duro lavoro i risultati arriveranno”.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna