Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Clear

21.11°C

Clear
Umidità: 60%
Vento: E a 4.97 K/H
Lunedì
Per lo più soleggiato
17.78°C / 23.33°C
Martedì
Per lo più soleggiato
15°C / 24.44°C
Mercoledì
Temporali
15°C / 26.67°C

Lombardi Lorenzo SammaureseDifficile catalogarlo sotto le insegne della casualità, il dato però risalta: a metà campo da quando c’è quel ragazzino alto oltre 185 centimetri che fa valere la sua stazza fisica unita a una buona tecnica la squadra pare più solida. E soprattutto pratica meglio quel gioco di interdizione e ripartenze che piace al tecnico Protti.

Il giovane è il classe 2000 Lorenzo Lombardi (nella foto di Mauro Penzo), scuola Rimini, per il secondo anno di fila con i pascoliani. A inizio stagione era scomparso dai radar del campo a causa di problema a un tendine che l’ha tenuto fuori diversi mesi facendogli saltare la preparazione. Pian piano il recupero sino alla discesa in campo a metà novembre contro il Franciacorta. Da lì in poi un crescendo tanto da essere titolare inamovibile nella linea a tre di centrocampo al fianco dei veterani Scarponi e Santoni, con il battesimo del gol in trasferta col Fanfulla. Sei le presente totalizzate ad oggi, l’ultima nell’impresa di Mezzolara.

 

Una bella vittoria che ci voleva – ha detto il giocatore al Corriere Romagna – Siamo scesi in campo con la giusta mentalità, abbiamo avuto diverse occasioni e ci siamo difesi molto bene tanto che non ricordo particolari azioni pericolose degli avversari. La vittoria ci ha dato la consapevolezza dei nostri mezzi e di cosa dobbiamo fare per raggiungere il traguardo della salvezza”.

Il giovane attribuisce la vittoria al lavoro fatto in settimana. “Il mister ci ha fatto lavorare tanto e anche prima della gara col Mezzolara abbiamo parlato più di mezzora su come scendere in campo. Noi siamo stati bravi a interpretare la gara nel giusto modo e a non farci intimorire nei confronti individuali che infatti abbiamo vinto su tutta la linea”.

La vittoria è un punto di svolta? “Direi di sì, siamo sulla giusta via. Sono tre punti importanti, soprattutto perché quelle dietro hanno quasi tutte fatto risultato. C’è il rammarico dei punti lasciati per strada come nel caso del pareggio col Sasso Marconi, piangerci addosso però non ha senso”.

Per Lombardi è la seconda annata in giallorosso. Lo scorso anno nel centrocampo a 5 con Mastronicola, questa stagione linea a 3 con Protti: quale la differenza? “Personalmente prediligo il modulo di quest’anno perché li attacchiamo più alti; è vero che ci esponiamo a più rischi però se rubiamo palla siamo più pericolosi. Lo scorso anno eravamo più attendisti, li aspettavamo dietro e una volta recuperata palla era difficile essere pericolosi”.

Pin It