• Ultimo Aggiornamento: Mercoledì 02 Dicembre 2020 - 21:51:08
Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Nuvoloso

0.56°C

Nuvoloso
Umidità: 87%
Vento: SSE a 6.21 K/H
Sabato
Pioggia
10.56°C / 13.33°C
Domenica
Acquazzoni
5.56°C / 12.22°C
Lunedì
Parzialmente nuvoloso
3.33°C / 8.89°C

Budokan CovidIl mondo dello sport, e quindi quello dell’associazionismo sportivo, è tuttora uno dei tanti settori penalizzati dalle chiusure dovute all’emergenza Covid. Molte attività sportive dilettantistiche di contatto, tra cui il karate, si sono dovute reinventare nei metodi di allenamento e nelle procedure, per mantenere viva l’attività con i propri iscritti.

La scuola di karate Budokan, che ha sede a San Mauro, San Vito e Sant’Angelo, già durante la prima chiusura di marzo e aprile è rimasta sempre attiva: dagli allenamenti on-line gratuiti, le video-lezioni teoriche sul karate e le video verifiche con attestato finale.

Con l’arrivo della seconda chiusura delle palestre, quella attuale, le attività del Budokan sono proseguite nelle modalità consentite dai Decreti. Tra le offerte proposte ci sono le lezioni on-line e quelle in presenza in tre aree all’aperto: al Centro Giovani di San Mauro, al centro parrocchiale di San Vito e nella piazza del Castello di Gatteo. Tutte gratuite e molto partecipate.

L’attività di karate può contare su una tipologia di allenamento che si chiama kata e kihon, e che si allena esclusivamente in modo individuale. Evitando la parte dedicata al combattimento in coppia, il karate ha consentito programmi di allenamento in assoluta sicurezza.

Da qualche giorno la società è ripartita anche in palestra, ove consentito, con il gruppo di atleti impegnato in gare nazionali, come previsto dal Dpcm del 3 novembre, rafforzando le procedure anti-covid.

L’ultima iniziativa, portata a termine nei giorni scorsi, è stata una sorpresa riservata a tutti i bambini principianti, che avevano scoperto da poco il mondo del karate ma che si sono visti chiusi a casa dopo solo un mese di attività. Ogni bambino, almeno chi era raggiungibile dai divieti di spostamento fra comuni, si è trovato al campanello di casa il proprio insegnante, con in regalo un karategi, la divisa tradizionale del karate. Un regalo che, oltre ad essere stato molto apprezzato, ha un importante significato. Nel karate, infatti, la divisa bianca è simbolo di purezza d’animo e allo stesso tempo di coraggio ed è il primo passo per entrare mentalmente nel mondo delle arti marziali.

“Gli strumenti che abbiamo attivato in questo doppio lock-down ci hanno richiesto un grande dispendio di energie e risorse economiche. Abbiamo messo a disposizione da subito lezioni gratuite on-line, video tutorial e voucher per il recupero delle quote perse” spiegano i maestri Andrea Silenzi e Daniele Arcangeli, “la filosofia delle arti marziali insegna a tirare fuori il meglio di noi nei momenti più difficili. Con questo spirito, e grazie alla capacità di tutti, allievi e genitori, di adattarsi e rispettare le regole, abbiamo trasformato questo periodo di difficoltà in un’occasione per migliorarci. Abbiamo riscoperto quanto il rispetto verso gli altri faccia bene in primis a noi stessi.”

Andrea Silenzi
Responsabile Tecnico
Tel. 338-3663674

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);