Sanmauropascolinews.it

San Mauro 2022 2023

Sanmauropascolinews.it

di Piero Maroni  

LA FOLA DLA MI PALAVOLO
(LA FAVOLA DELLA MIA PALLAVOLO)

La rinascita 
2012 - La squadra femminile è promossa in serie "D"
 
 

U s'arnas

L'era pas piò 'd vòint'an da quant ch'u s'era ceus ch'la spezi 'd società

e l'era subentraè la Dinamo 'd Burdòuncia, ch'l'era dvent alòura una bèla realtà,

e' debit, zugadeur e  palèstra i pasaèva tot sòta la su direziòun,

oh, adès ch'i s'aranges chilt a bazilé, mè am s'era libaraè d'una bèla cvis-ciòun.

Mo cvant ch'an gn'a pansaèva gnenca piò ma la pavolo e am s'er mes e' cor in paèsa,

cvèsta la arturnet darnov 't i mi pansir, us pò doi ch'la j è vneuda a zarcaèm ma caèsa.

A forza ad ròmp i mareun ma tot, la sendica Garbuglia, ch'a cnòs ben, s'al vloi savòi,

la truvet i suld e us putet tiré sò un palazèt ch'l'era una maraveja da vdòi.

'T e' dòmela e trè, sendich Miro, un dè um cema e um doi che un palazèt acsè bèl

l'è un pcaè lasel svuit, e alòura um dà l'incarich 'd faè arnas la palavolo e bsògna faèl.

A ne sò sèl ch'u m'epa scupié 't e' zarvèl, a s'era partoi da caèsa pr'andaè a dì d'na

e invezi a n'ò veu gnenca un dobi, sobit sé e, e' dè dòp, am sò mes drì a pansaèi zà.

Pròima di tot ò pansaè ch'ui vlòiva i suld par partoi, adès pu e gòsta tot 'd piò

e mè an sò mai staè braèv a truvaèi e alòura da duvò ch'us taca la baraca a tiré sò?

Mo un dè ch'a s'era drì a faè spòisa,  u j à pansaè e' distòin a faè partoi e' mutòur,

a incòuntar Michele, ch'l'avòiva una fabrica e una volta l'era un mi zugadòur,

e, cmè ch'um vòid, um dmanda dla palavolo e mè a j arspònd ch'avòiva za pruvdeu.

“Se ti servono i soldi, io posso darti una sponsorizzazione!”. Um get leu.

“Mo l'è e' signòur ch'u t manda ma tè, adès sé ch'u s' pò daè prinzoipi me' bal!”.

Cmè ch'us doi, l'è quèst propi e' caès d'un zigh ch'e scapoza 't un fèr da caval.

A cem Micione ch'l'avnes a faè l'alenadòur e Tokio ch'u m'avnes a daè una maèna,

mu mè u m'era vnu pressia, a vlòiva ceud 't una stmaèna o dò a la piò putaèna.

Tot troi d'acord a fasesmi zirè la vòusa che s'u j era zenta ch'j avòiva voja 'd zughé

ch'is truves 't la biblioteca de' cumeun e sa coi ch'ui steva, a partimi 't un dè da fisé.

U n'avnet un strasòin, burdlaz ch'j avòiva zughé s'l'ex Dinamo e adès a s'j arciapimi,

i n'avòiva vu furteuna e i n'era un granchè, parchè... ciooo, al qualità agl'j era scarsini.

Poch dòp e cminzet j alenamòint, i zugadeur, us fa par doi, j era un nomar esageraè,

ui vlòiva piò zenta, an vlòiva ardeusmi cme una volta ch'ai s'era snò mè a lavuraè.

Micione l'avet l'ideia 'd ciamaè Pivi, pu una sòira ch'a sera in palèstra si mi pansir

um ven dacaènt Prulla e um doi che su j era bsògn, leu us deva una maèna vulantir.

Òs-cia che sé e sobit um dmanda s'ul putòiva doi ma Gigio e ma Banchèta,

ènca lòu is mitet a dispusiziòun: la Pallavolo San Mauro la ripartoiva se' pì a tavulèta.

La rinascita

Erano trascorsi più di vent'anni da quando si era chiusa quella specie di società

ed era subentrata la Dinamo Bordonchio, che era diventata allora una bella realtà,

il debito, giocatori e palestra passava tutto sotto la loro direzione,

oh, ora che si arrangiassero gli altri, io mi ero liberato di una grossa questione.

Ma quando non pensavo più alla pallavolo e mi ero messo il cuore in pace,

mi ritornò nei pensieri, si può dire che mi è venuta a cercare a casa in modo efficace.

A  forza di insistere con tutti, la sindaca Garbuglia, che ho ben modo di conoscere,

trovò i soldi e accanto alle scuole si costruì un palazzetto, una meraviglia da vedere.

Nel 2003, sindaco Miro, un giorno mi chiama e mi dice che un palazzetto così bello

è un peccato lasciarlo vuoto, e mi dà l'incarico di rifare la pallavolo di buon livello.

Non so cosa mi sia scoppiato nel cervello, ero partito da casa per dire di no in verità

e invece neanche un dubbio, subito sì, e il giorno dopo mi ero messo a lavorarci già.

Prima di tutto ho pensato che ci volevano i soldi, adesso poi costa tutto di più,

io non sono mai stato bravo a trovarli, allora come si inizia la baracca a tirare su?

Un giorno che facevo la spesa, ci ha pensato il destino a far partire il motore,

incontro Michele, che aveva una fabbrica di scarpe e un tempo era un mio giocatore,

come mi vede, mi chiede della pallavolo ed io rispondo che rifarla era il mio intento.

“Se ti servono i soldi, io posso darti una sponsorizzazione!”. Mi dice lui contento.

“Ma è il signore che ti manda, adesso sì che si può dare inizio al ballo!”.

Come si suol dire è  proprio il caso di un cieco che inciampa in un ferro da cavallo.

Chiamo subito Micione che venisse a fare l'allenatore e Tokio a darmi una mano,

mi era venuta fretta, volevo chiudere in una settimana senza andare troppo lontano.

Tutti d'accordo facemmo girare la voce che se c'era chi aveva voglia di giocare

si trovasse nella biblioteca e, con chi ci stava, partivamo in un giorno da fissare.

Vennero in tanti, ragazzi che avevano imparato con la Dinamo e adesso ritornavano,

non erano un granché, ohi, le qualità erano scarsine e pochi bene se la cavavano.

Iniziarono gli allenamenti, i giocatori, si fa per dire, erano un numero esagerato,

ci voleva più gente a lavorare, non volevo ridurmi come una volta che ero isolato.

Micione ebbe l'idea di chiamare Pivi, e una sera che ero in palestra coi miei pensieri

mi viene accanto Prulla e mi dice che se c'è bisogno, lui una mano la dà volentieri.

Ostia che sì e da subito e lì per lì mi chiede se lo poteva dire a Gigio e a Banchetta,

anche loro erano disponibili: la Pallavolo San Mauro ripartiva col gas a tavoletta.

 

Ultimi Commenti

Sergio Scarpellini ha inserito un commento in San Mauro saluta Sisto Rocchi
Riposa in pace caro amico Rocky, sarai sempre nei miei ricordi più belli. Ciao Sisto, Filippo.
Non so se e' meglio di Miro e Maroni ma sicuramente e' il sammaurese più innamorato del proprio paes...
Premetto che per precedenti impegni sono stato impossibilitato alla partecipazione della presentazio...
Canzio Pollarini ha inserito un commento in Morandi, dall'Arlecchino al market
Che bello l'arlecchino ci andavo da bambino, ancora adesso provo una sensazione che non so descriver...
Guest ha inserito un commento in LA LIBERAZIONE DI SAN MAURO PASCOLI - Parte prima
Altro elemento importante, che creerà di fatto una modifica futura degli avvenimenti era il fatto ch...

 

Ultimi Commenti

Sergio Scarpellini ha inserito un commento in San Mauro saluta Sisto Rocchi
Riposa in pace caro amico Rocky, sarai sempre nei miei ricordi più belli. Ciao Sisto, Filippo.
Non so se e' meglio di Miro e Maroni ma sicuramente e' il sammaurese più innamorato del proprio paes...
Premetto che per precedenti impegni sono stato impossibilitato alla partecipazione della presentazio...
Canzio Pollarini ha inserito un commento in Morandi, dall'Arlecchino al market
Che bello l'arlecchino ci andavo da bambino, ancora adesso provo una sensazione che non so descriver...
Guest ha inserito un commento in LA LIBERAZIONE DI SAN MAURO PASCOLI - Parte prima
Altro elemento importante, che creerà di fatto una modifica futura degli avvenimenti era il fatto ch...